Il mio libro preferito…

Il libro dei Baltimore

di Sofia Moretti

Ognuno di noi ha degli obbiettivi nella vita. Certo, alcuni saranno più ambiziosi di altri, ma la verità oggettiva è che tutti hanno un cosiddetto “life goal”, un’idea di sè che nel futuro vorrebbero realizzare. Marcus Goldman non è un’eccezione. Nel suo secondo bestseller, il ginevrino Joël  Dicker racconta una nuova vicenda che coinvolge il giovane scrittore Marcus (forse un alter ego?), che abbiamo amato in “La Verità sul caso Harry Quebert”.

Egli, di nuovo affetto dal “blocco dello scrittore”, si trasferisce a Miami, città dove vivevano molti anni prima i suoi nonni paterni, alla ricerca di nuove idee. Circondato dai ricordi, trova l’ispirazione ripensando ai felici giorni dell’infanzia, quando era solito lasciare la sua città, Montclair, per trascorrere le vacanze a Baltimore, ospite dei suoi cugini Hillel e Woody.

Ricorda come alla sua mente di ragazzino la vita dei Goldman di Baltimore sembrasse perfetta, tanto da farla diventare il suo sogno nel cassetto e diventarne lentamente ossessionato. Nel libro racconta sotto forma di flashback tutti gli eventi che hanno caratterizzato la storia della famiglia da lui tanto amata, che finirà però con l’essere distrutta brutalmente da un misterioso evento denominato “la Tragedia”. Dicker lascia il lettore con il fiato sospeso, mettendolo al corrente di ciò fin dalla prima pagina ma spiegando l’accaduto solo alla fine della storia.

L’intero romanzo è una sorta di grande metafora: il ragazzo invidia i cugini e la loro vita perfetta e alla fine capisce quanto in realtà quell’assenza di difetti da lui tanto bramosamente contemplata fosse solo una vana illusione. Si ritrova ad essere uno spettatore che non può fare altro che osservare l’aura magica della famiglia svanire del tutto in modo drammatico e teatrale, dopo un lento declino.

Marcus, cresciuto, realizza di avere la vita perfetta, quella vita d’oro che aveva sempre sognato e invidiato ai cugini, eppure ha dovuto pagare un terribile prezzo: ha perso i suoi due inseparabili compagni e non può fare a meno di tormentarsi per questo.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI 2018. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...