Viaggio a Barcellona: l’immaginazione e il potere creativo di Gaudí

image10Barcellona, se si potesse descriverla in una parola sola, sarebbe contrasto: la modernità incontra la tradizione, il nome e il genio di Gaudí s’intrecciano con Miró e Picasso, il mare coesiste con la città.
Barcellona è una delle città spagnole culturalmente e artisticamente più vive e ricche. Il visitatore lo percepisce subito, fin dal primo momento in cui entra in contatto con il paese dalla bandiera gialla e rossa (quella catalana); istintivamente si coglie aleggiare nelle strade e parlando con le persone una forza irresistibile di vitalità, fascino ed energia. Passeggiando per le Ramblas, le famosissime grandi strade della città vecchia, l’arte predomina in tutte le sue forme: l’arte degli spettacoli di strada, l’arte naturale e l’arte monumentale. I grandi geni, come Gaudí, sono testimonianze non solo di un particolare ed originale estro ma di questo ambiente magico e ispiratore. E chissà quale sogno fantastico ha ispirato questo architetto per la realizzazione di uno degli edifici più belli al mondo e patrimonio dell’Unesco.

Ci troviamo a Passeig de Gràcia, 43. Davanti a noi, la famosa Casa Batlló. Il Professor Bassegoda, direttore della Real Catédra Gaudí per molti anni, descriveva testualmente questo edificio anomalo cosi: “si tratta di un sorriso architettonico, di un’esplosione di piacere compositivo da parte di un autore che si trova nel pieno dominio di uno stile proprio e personale”. La prima reazione dell’osservatore può solo essere un sentimento naturale di stupore e meraviglia. L’esterno di quella che avrebbe dovuto essere la casa di un ricco imprenditore spagnolo in un quartiere signorile è sfacciato nell’imporsi sulla strada su cui si affaccia e fin dal primo sguardo. Impossibile non rimanere travolti e perplessi da quelle che potrebbero sembrare ossa ammassate, ripresa dello stile gotico e dell’art Noveau, che si trovano nella parte bassa della facciata. Nella parte superiore si continua con una combinazione di vetri e ceramiche colorate. Nel complesso, tutta la facciata è lavorata in pietra aretina a motivi floreali. All’interno dell’edificio, invece, sono i dettagli a fare la differenza: il monumentale scalone d’ingesso, il colore e l’uso creativo per la realizzazione delle vetrate.

image9

L’architettura e il design della Casa Batlló sono un esempio del Gaudí tecnico, del Gaudí strutturale, oltre che del Gaudí ornamentale e moderno. La forza propulsiva di tutte le opere dell’ architetto spagnolo è proprio la capacità di non fermarsi al razionale ma di saper viaggiare con testa e sentimento per realizzare prodotti non solo con una funzione strutturale ma anche decorativa; Casa Batlló è forse l’esempio più evidente di tutto ciò.

Volete sapere dove ho trovato la mia ispirazione? In un albero; l’albero sostiene i grossi rami, questi i rami più piccoli e i rametti sostengono le foglie. E ogni singola parte cresce armoniosa, magnifica.

Antoni Gaudí

Qui trovate qualche informazione in più su Gaudí, architetto tra l’altro della Sagrada Familia.

Le fotografie sono di Silvia Morstabilini.

Elisabetta

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Past - Fino al 2016, Past- Arte parlante2016 e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...